Immunità indebolita – cause, sintomi e modi per rafforzarla

Oggi non si parlerà di preparazioni dimagranti e di supporto, ma di un problema di salute altrettanto grave, che è senza dubbio una diminuzione dell’immunità. Ci colpisce soprattutto ora, durante il solstizio invernale-primaverile, caratterizzato da improvvisi e imprevedibili cambiamenti climatici. Si tratta di una condizione da non sottovalutare in alcun modo, e qualsiasi alterazione del nostro sistema immunitario può portare allo sviluppo di molte malattie pericolose.

Il sistema immunitario – la funzione che svolge nell’organismo

Il sistema immunitario, noto semplicemente come sistema immunitario, è uno dei sistemi più importanti del corpo, che si prende cura in ogni momento della vita della nostra sicurezza e mantiene piena salute e vitalità. Possiamo tranquillamente rischiare l’affermazione che, se non fosse stato per lui, non saremmo sopravvissuti neanche un giorno al mondo e lui inizia a lavorare praticamente dal giorno della nostra nascita. Il suo compito principale è quello di proteggere continuamente da tutti gli agenti patogeni, tossine, batteri, virus o funghi altrettanto pericolosi, che portano a infezioni, a volte anche mortali. Un altro ruolo che il sistema immunitario deve svolgere è quello di aiutare a rigenerare le cellule o addirittura i tessuti danneggiati, per i quali la natura ha dotato di molti potenti strumenti che sono la nostra vera linea di difesa, come ad esempio:

  • elementi interni, cellule specializzate solo a questo scopo, linfociti, cioè globuli bianchi di cui esistono diversi tipi, distribuiti in diverse parti del corpo, compreso il sistema linfatico. Sono in grado di identificare il tipo di infezione e di reagire di conseguenza, producendo anticorpi, proteine in grado di eliminare una volta per tutte ogni intruso. Altrettanto importanti sono i fagociti, un’altra cellula speciale chiamata żernych, che si trova nei nostri linfonodi. Iniziano a funzionare quando si è già verificata un’infezione, aumentando la temperatura corporea e rilasciando una sostanza che distrugge la maggior parte dei microrganismi;
  • elementi esterni che costituiscono la protezione meccanica, principalmente pelle, peli del naso, ciglia, ciglia, che bloccano efficacemente i contaminanti più grandi, impedendo loro di penetrare nel corpo. Importanti sono anche alcune secrezioni, in particolare saliva, lacrime, urine e succhi gastrici, che hanno una reazione acida e proprietà battericide.

Immunità compromessa – cause che possono causarla

Anche se nella maggior parte dei casi l’organismo gestisce da solo un’immunità ridotta, ci sono situazioni in cui questa barriera protettiva naturale è almeno indebolita. Ci sono molte ragioni per questo e, oltre alle cause naturali, la mancanza di immunità può essere causata da condizioni mediche esistenti, o anche da malformazioni congenite non rilevate. Se questo accade a noi, dovremmo prestare attenzione a se è stato causato da fattori come….:

  • cattive abitudini alimentari, dieta scelta impropriamente, senza i nutrienti più importanti, consumiamo troppo cibo lavorato con un alto contenuto di grassi, che indebolisce le cellule immunitarie. Soprattutto, dobbiamo assicurarci di avere la giusta quantità di vitamine A, B, C ed E per eliminare i radicali liberi, aumentare la produzione di interferone e avere un effetto antinfiammatorio e antivirale;
  • condizioni mentali ridotte, altrettanto importanti per la salute come la condizione fisica, la vita sotto costante stress, la fatica, la mancanza di sonno e persino la depressione;
  • la mancanza di attività fisica, l’esercizio fisico quotidiano, anche solo una passeggiata all’aria aperta, ha un effetto positivo sulla produzione di globuli bianchi, mentre indurisce il corpo e lo immunizza naturalmente per la maggior parte delle infezioni autunnali e invernali. Lo stato fisico è indebolito anche nella situazione di surriscaldamento del corpo, e la ragione di questo è spesso troppo alta temperatura in casa;
  • medicazione impropria, non adatta alle condizioni atmosferiche attuali. In autunno, inverno e all’inizio della primavera è meglio vestirsi con la cosiddetta “cipolla”, non dimenticate di indossare un berretto, che protegge la testa, attraverso il quale si perde più calore;
  • abuso di alcool e altri stimolanti, sigarette, caffè o tè forte, risciacquando vitamine e minerali del corpo e aumentando la quantità di radicali liberi particolarmente pericolosi;
  • l’uso di alcuni farmaci, in particolare antibiotici, che non solo distruggono i batteri patogeni, ma indeboliscono e disturbano anche la flora batterica naturale, elemento importante per il corretto funzionamento del sistema immunitario.

Ridurre l’immunità – come rafforzarla in modo naturale

Il nostro corpo risponde immediatamente a tutti i problemi immunocompromessi, indipendentemente dalla causa. Ci si indebolisce, non abbiamo la forza non solo di lavorare, ma anche per molte attività quotidiane di base, cogliendo tutte le possibili infezioni e sostenendo il sistema immunitario si può fare utilizzando i migliori metodi naturali. Per evitare la malattia o almeno minimizzarne gli effetti e alleviare i sintomi, è sufficiente attenersi a poche regole e può aiutarci:

  • fornire all’organismo grandi quantità delle vitamine di cui sopra, soprattutto C e preferibilmente in forma naturale, e la maggior parte di esse si trovano nella frutta e nella verdura, che dovrebbe diventare una parte importante della dieta. Dovrebbe includere anche il miele, ricco di sostanze nutritive ed enzimi che stimolano positivamente il sistema immunitario;
  • uso di trattamenti a base di erbe, e l’erba più spesso raccomandata è la pulizia, un rimedio naturale per i raffreddori, aumentando l’immunità, con effetti antiossidanti, antinfiammatori, antivirali e antimicotici;
  • mangiare almeno un pasto caldo al giorno, preferibilmente una zuppa calda, nutriente ma allo stesso tempo sana con molte verdure;
  • un’adeguata quantità di riposo, rilassamento dopo una dura giornata di lavoro, alleviamento dello stress, bagno caldo con olii preferiti, incontro con amici e soprattutto sonno, almeno 7 – 8 ore al giorno, aiuta bene;
  • limitare, per quanto possibile, il contatto con i malati, naturalmente, unito all’igiene personale e al frequente lavaggio delle mani per evitare la diffusione di germi pericolosi che si trovano nei luoghi pubblici;
  • integrazione dell’organismo con preparati a base di ingredienti naturali, anche a base di erbe.

Questa dovrebbe diventare la nostra abitudine, in modo da poter proteggere non solo noi stessi, ma anche tutta la famiglia, e l’inverno e le prime giornate primaverili ancora piovose ci porteranno solo gioia, e non influenza, freddo e freddo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *